Questo sito utilizza cookie analitici e di profilazione, propri e di altri siti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai riferimento all'informativa. Se fai click sul bottone "Acconsento" o accedi a qualunque elemento sottostante a questo banner acconsenti all'uso dei cookie


Papa Francesco incontra Rouhani: "Spero nella pace".  E il leader iraniano gli chiede: "Preghi per me"

"Preghi per me". A pronunciare la frase non è il Pontefice argentino, il cui invito a "pregare per me" è ormai familiare alle folle dei fedeli che lo hanno ascoltato in San Pietro e nel mondo, ma questa volta è il suo ospite, leader del Paese islamico di fede sciita più grande del mondo, a rivolgergli la richiesta dopo un'udienza privata che Rouhani ha fatto precedere da un'altra importante dichiarazione. Scandita davanti agli imprenditori riuniti per il business forum Italia-Iran: "Il Corano invita i musulmani a proteggere per prima le chiese e le sinagoghe: questo significa tolleranza". "Spero nella pace", dice Francesco, dopo 40 minuti di colloquio riservato durante il quale, si apprende, il Papa ha invitato l'Iran a "promuovere soluzioni politiche per il Medio Oriente".

Joomla templates by a4joomla