Questo sito utilizza cookie analitici e di profilazione, propri e di altri siti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai riferimento all'informativa. Se fai click sul bottone "Acconsento" o accedi a qualunque elemento sottostante a questo banner acconsenti all'uso dei cookie


Alma Azzolin, casalinga di Trescore Balneario (Bergamo), testimoniando al processo a carico di Massimo Bossetti per l'omicidio di Yara Gambirasio, ha detto di averlo visto in un periodo che va "da dopo Ferragosto ai primi di settembre del 2010, prima dell'inizio delle scuole" in compagnia di una ragazzina a bordo di una station wagon grigia nel parcheggio del cimitero di Brembate di Sopra (Bergamo). Le pareva fosse Yara, dalla descrizione: fuseaux, età ed apparecchio ai denti corrispondono alla povera bambina uccisa.

Joomla templates by a4joomla