Questo sito utilizza cookie analitici e di profilazione, propri e di altri siti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai riferimento all'informativa. Se fai click sul bottone "Acconsento" o accedi a qualunque elemento sottostante a questo banner acconsenti all'uso dei cookie


M5S di nuovo alle 'urne'. Questa volta e con un preavviso nullo ("le consultazioni saranno aperte dalle 10 alle 19 di oggi 8 gennaio e dalle 10 alle 12 di domani"), Beppe Grillo chiede di scegliere le alleanze politiche in Europa per stabile quale futuro avrà a Strasburgo il Movimento. E indica in maniera netta di lasciare l'alleanza con l'Ukip di Farage e far nascere un nuovo gruppo con Alde (Alleanza dei liberali e democratici per l'Europa), di cui è capogruppo Guy Verhofstadt, oggetto di durissimi attacchi da parte di Grillo solo nel luglio 2015.
Dura la reazione di Farage: "In termini politici sarebbe completamente illogico per i 5 stelle unirsi al gruppo più eurofanatico del Parlamento europeo", ha detto l'eurodeputato dell'Ukip, spiegando di avere contattato Beppe Grillo oggi e di essersi "congratulato con lui per le posizioni sempre più dure su euro e immigrazione". Secondo Farage, il supporto 5 stelle al gruppo Alde "non durerà a lungo".

Joomla templates by a4joomla