Questo sito utilizza cookie analitici e di profilazione, propri e di altri siti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai riferimento all'informativa. Se fai click sul bottone "Acconsento" o accedi a qualunque elemento sottostante a questo banner acconsenti all'uso dei cookie


Non assistere un animale durante un’operazione e la successiva convalescenza potrebbe configurarsi come “maltrattamento” e il proprietario è perciò tenuto a prendersi cura del proprio cane o potrebbe essere punibile per legge. È con questa motivazione che una dipendente dell'università La Sapienza di Roma ha ottenuto due giorni di permesso retribuito per stare vicino al proprio cane che doveva subire un intervento chirurgico.
 

Joomla templates by a4joomla