Questo sito utilizza cookie analitici e di profilazione, propri e di altri siti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai riferimento all'informativa. Se fai click sul bottone "Acconsento" o accedi a qualunque elemento sottostante a questo banner acconsenti all'uso dei cookie


Biblioteca Hertziana Max Planck Institut

Uno dei centri più attrezzati in Italia per lo studio dell'arte italiana, il suo nome deriva da Henriette Hertz che donò il Palazzo Zuccari e la sua biblioteca alla Kaiser Wilhelm Gesellschaft. Unitesi le librerie di Frieda Mond ed Ernst Steinmann, durante la guerra fu trasportata in Germania con le altre biblioteche tedesche, ritornò nel 1947 e fu riaperta nel 1956. Contiene oltre 180.000 volumi sull'arte italiana e romana, dal periodo paleocristiano in poi, sulla storia generale, storia della città, storia del paesaggio e della campagna romana. Di proprietà di Max Planck gesellschaft - Istituto Statale di Ricerca (Monaco), gestita dal Max Planck Istitut, pubblica periodicamente il "Romische Studien und Forschungen".

Info: Via Gregoriana, 28 - 00187 Roma.

Joomla templates by a4joomla